00195 Roma - Via della Giuliana, 101

News

La S.C. con sentenza num. 7313/2016 ha riconosciuto l’indennizzabilità dell’infortunio in itinere occorso ad un lavoratore che, terminato il proprio turno, si metteva in sella alla propria bicicletta per tornare a casa, venendo letteralmente abbattuto da un motociclo sulla strada del ritorno a casa.

Chiariscono gli Ermellini come l’infortunio occorso in bicicletta, debba comunque essere valutato in relazione alla tipologia del percorso effettuato ed alla conformazione dei luoghi, alle condizioni climatiche in atto, al costume sociale ed alle normali esigenze familiari, alla presenza di mezzi pubblici ed alla loro organizzazione, nonchè alla vigenza di leggi volte all'incentivazione dell'uso dei mezzi ecologici.

In definitiva, ai fini di ottenere il riconoscimento dell’infortunio in itinere ed il conseguente diritto all’indennizzo, i Giudici della Corte di Cassazione hanno osservato come permanga la condizione che l'uso del mezzo (in questo caso la bicicletta) sia una necessità relativa (ossia da valutarsi attraverso l’analisi delle molteplici ragioni che condizionano la scelta del mezzo), con due limiti ben individuati:

  1. a) la normalità e ragionevolezza, in relazione a valori costituzionali quali la ragionevolezza (art. 3 Cost.), la libertà di fissare la propria residenza (art. 16 Cost.) le esigenze familiari (art. 31 Cost.), la tutela del lavoro in ogni sua forma (art. 35 Cost.), la protezione del lavoratore caso di infortunio (art. 38 Cost.).
  2. b) il rischio c.d. “elettivo”, da intendersi come tutto ciò che sia estraneo e/o comunque non attinente alla attività lavorativa e dovuto ad una scelta arbitraria del lavoratore che ponga in essere una condotta di fatto interruttiva del nesso tra lavoro rischio ed evento.

Bisogna dunque ricercare i criteri individuativi della normalità del percorso e della necessità del mezzo - oltre i quali insorge il rischio elettivo e l'uso non necessitato.

Pubblicato in News

Se hai bisogno di una consulenza legale, siamo disponibili ad aiutarti

Studio Legale Falorio © Tutti i diritti riservati. Designed by Stefano Studio Design.