00195 Roma - Via della Giuliana, 101

News

Vota questo articolo
(0 Voti)
E’ reato parcheggiare nel posto riservato al disabile. Aug 08, 2017

E’ reato parcheggiare nel posto riservato al disabile.

Scritto da

La Corte di Cassazione penale, con sentenza n. 17784 del 7 Aprile 2017 ha sancito come integri il reato di cui all’art. 610 c.p. la condotta di chi impedisce, parcheggiando la propria automobile nello spazio riservato al disabile, all’avente diritto di parcheggiare la propria vettura.

Si tratta del reato di violenza privata, rappresentando tale condotta una modalità di coartazione dell’altrui volontà realizzata, peraltro, con la piena consapevolezza dell’illiceità che si sta commettendo (linee gialle orizzontali e segnaletica verticale).

È quanto accaduto ad un automobilista, condannato in sede di merito per il reato di cui all’art. 610 c.p. - condanna confermata in Cassazione – per aver parcheggiato la propria auto per molte ore consecutive nello spazio riservato ad una persona affetta da gravi patologie, impedendole in questo modo di utilizzarlo fino alla rimozione della vettura stessa.

La Cassazione, inoltre, ha approfondito la differenza fra la fattispecie di cui all’art. 610 c.p. e la violazione prevista dall’art. 158, 2 comma, Codice della Strada, che, di contro, punisce con sanzione amministrativa chi parcheggi il proprio veicolo negli spazi riservati indistintamente alla fermata o alla sosta dei veicoli di persone invalide. 

Secondo i giudici di legittimità, invece, si configura il reato di violenza privata quando lo spazio è espressamente riservato ad una determinata persona, per ragioni attinenti al suo stato di salute: in questo caso, quindi, alla generica violazione del Codice della Strada si aggiunge la condotta avente rilevanza penale.

Letto 662 volte

Se hai bisogno di una consulenza legale, siamo disponibili ad aiutarti

Studio Legale Falorio © Tutti i diritti riservati. Designed by Stefano Studio Design.